Futuro Comune incontra…



Sono già trascorsi un paio di mesi dalle elezioni comunali e, come ci eravamo ripromessi in fase di stesura del programma, è giunto il tempo di organizzare un primo appuntamento di confronto sui temi che in queste settimane hanno animato il dibattito all’interno del nostro gruppo e che riportiamo brevemente in seguito:

–  Recupero area delle Cesure a Tonadico: progetto di valorizzazione ambientale da realizzare con fondi BIM

– Organizzazione di un incontro pubblico sulla mobilità urbana in collaborazione con Bmob Primero

– Discussione sulla lettera di Slow Food relativa all’uso di diserbanti

– Progettare Primiero: piano di sviluppo programmatico per avviare un rapido rilancio del nostro territorio

– Disabilità a Primiero: evento di sensibilizzazione sul tema e lavoro di mappatura delle barriere architettoniche

Chi fosse sensibile ai temi sopra riportati e fosse interessato a partecipare al gruppo può contattarci attraverso l’apposito modulo.

prog.01 CASA PIAZZA: patrimonio da recuperare


01

Lo scorso 9 maggio la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha aperto un bando, stanziando un fondo di 150 milioni di euro, per il recupero di luoghi culturali e bellezze architettoniche dimenticate (maggiori info qui). “Futuro Comune” ha subito pensato a “Casa Piazza“, antico edificio nel cuore del centro storico di Pieve che è stato acquistato dall’ex comune di Transacqua nel 2006 e per il quale è già stato elaborato un progetto di recupero a cura dell’arch. Vittorio Cerqueni nel 2012 (aggiornato nel 2014). Tale progetto prevede il restauro del prezioso palazzo trasformandolo nel Portale della Rete della Storia e della Memoria, sede di archivio, laboratorio ed esposizione del patrimonio culturale di Primiero.

L’intervento, del costo complessivo di circa 1 milione di euro, prevede il risanamento della struttura, il restauro di intonaci, affreschi e in generale degli interni. Dopo tre diversi bandi di finanziamento presso la Sopraintendenza dei Beni Culturali condotti dalla Comunità di Valle (per conto dell’allora Comune di Transacqua che aveva affidato in comodato lo stabile) quest’opera è, ad oggi, ancora in attesa di finanziamento nonostante siano stati definiti il progetto e la destinazione d’uso futura. L’immobile versa in condizioni critiche, l’ex Comune di Transacqua si è visto costretto ad intervenire rimuovendo comignoli e poggioli pericolanti per motivi di sicurezza ed urge un intervento di consolidamento strutturale e di rifacimento della copertura, almeno per rallentare il deperimento del palazzo.

Per questo motivo abbiamo deciso di redigere un documento di sintesi e di inoltrarlo a bellezza@governo.it , il canale individuato dal governo per raccogliere le candidature dei progetti.

Anche tu, se vuoi, puoi contribuire alla causa con un gesto semplice: invia una e-mail a quell’indirizzo, allegando il documento di sintesi. E’ importante, poiché le proposte che preverranno saranno valutate anche in relazione al numero di segnalazioni. Questa, quasi certamente, è l’unica chance che “Casa Piazza” potrà sperare di giocarsi perlomeno per questo mandato amministrativo.

INDIRIZZO:

bellezza@governo.it

TESTO:

Con la presente segnalo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri l’edificio casa “Piazza” in Pieve, frazione di Primiero San Martino di C. (TN), costituente la p.ed. 73/1 in c.c. di Transacqua, il quale, seppur pieno di storia e di elementi di pregio, versa in uno stato di abbandono e degrado. L’edificio è di proprietà comunale, è già stato redatto un progetto ed individuata la funzione di Portale della Rete della Storia e della Memoria di Primiero, sede di archivio, laboratorio ed esposizione del patrimonio culturale della comunità di valle. Per queste motivazioni ritengo questo esempio un candidato ideale rispetto alle finalità del Governo.

Allego il documento di sintesi dell’edificio e del progetto, interamente scaricabile qui (https://www.dropbox.com/sh/ramsxlwqmiztwzi/AABTJSwVZxX4Zk5kOH8oWhp3a?dl=1)

Confidando in un accoglimento di questa mia istanza porgo distinti saluti

ALLEGATO: (da scaricare e allegare direttamente all’e-mail)

scarica qui il documento di sintesi da inoltrare via e-mail

Tre seggi nel Futuro Comune


primavera

Queste elezioni hanno visto esprimersi per la prima volta insieme comunità un tempo distinte e, seppur prevedibile, il risultato non era scontato. La partecipazione è stata ampia, nessuna lista ha prevalso nettamente su altre formazioni e ogni singola frazione ha espresso almeno un consigliere (compresi Nolesca e Ormanico). Una bella risposta a chi temeva che la fusione allontanasse le periferie!

Il risultato di “Futuro Comune” è in linea con le aspettative del gruppo, nonostante la conquista di 3 seggi su 13: rispetto a liste più accreditate (per i precedenti politici o per la rappresentanza di settore) che ci hanno affiancato in coalizione siamo riusciti a raccogliere un alto numero di consensi pur senza fare una campagna elettorale pervasiva. Le preferenze si sono distribuite tra i nostri candidati in maniera trasversale, un risultato che premia un gruppo nato attorno a competenze ed ideali comuni, indipendentemente dai bacini di consenso personali. “Futuro Comune” rimane un cantiere il cui lavoro non sarà delegato solo agli eletti, c’è molto da fare per recuperare il tempo perduto. A breve modificheremo il formato di questo blog per dare spazio ad aggiornamenti periodici sulle attività dell’Amministrazione, lasciando sempre consultabili gli articoli sul programma (vedi qui).

Buon lavoro dunque a Damiano, Nicolò e Andrea e grazie ai tanti sostenitori che con un voto ci hanno dato fiducia, è tempo di dimostrare che uniti si può costruire un futuro comune con nuove prospettive.